Open Book
Keyboard
MacBook
Crocus
Blueberries
Light Bulb
Reed

Chi siamo - Il festival

Stacks Image 11

L’Associazione Culturale Inter Artes, fondata da un gruppo di musicisti professionisti, nasce nel 1996 con l’intento di diffondere la cultura in tutte le sue manifestazioni (musica, pittura, scultura, teatro e fotografia, cinema, danza).

1997
Inizia la collaborazione con il Centro Studi Santa Maria di Betlem atta a valorizzare l’immenso patrimonio storico culturale presente nel complesso monumentale di S. Maria di Betlem a Sassari (Chiesa, Biblioteca e Convento).

1998
 Organizza il Corso di Introduzione alla Fenomenologia nella Musica tenuto dal M° Alessandro Drago di Roma presso i locali del Convento di S. Maria di Betlem a Sassari che vede la partecipazione di numerosi musicisti e studenti della Facoltà di Filosofia di Sassari.

1999
 Stampa del il primo numero del periodico di informazione culturale “Odilon” in collaborazione con il Centro Studi S. Maria di Betlem.

2000
 Nascono alcuni dei progetti più importanti:- In occasione del Giubileo, viene inserita nel cartellone di concerti “I suoni e le pietre della devozione” allestito dall’Amministrazione Provinciale di Sassari con il concerto intitolato “Lo Splendore del Barocco Italiano”.
- Organizza la prima Stagione Concertistica estiva presso i locali della Chiesa di S. Maria di Betlem a Sassari, con i seguenti concerti:
Concerto per la Biblioteca (musiche di G. P. Telemann, J. S. Bach, D. Scarlatti) J. Bitti, flauto; A. Cau, clavicembalo; N. Capettini, contrabbasso; L. Virgilio, pianoforte.Omaggio a J.S. Bach D. Pingiori, violino; J. Bitti flauto; L. Virgilio, pianoforte.Lo Splendore del Barocco Italiano (musiche di A.Scarlatti, A.Lotti, B. Marcello)Ensemble Strumentale “Flores Harmonici”.- In collaborazione con la Soprintendenza ai beni archeologici delle Province di Sassari e Nuoro organizza due concerti, uno presso l’Altare Prenuragico di Monte d’Accoddi (SS) e uno presso il Museo Archeologico G. A. Sanna di Sassari: Percorsi archeologici Musicali nella storia del territori; musiche di autori vari, Ensemble dell’Associazione Culturale Inter Artes.

2001-2006
- Festival “Musica nel Monte Acuto”. Un festival, articolato fra concerti, conferenze, laboratori e corsi di approfondimento su tutto il territorio del Monte Acuto, che si svolge nel mese di Luglio. I concerti, le conferenze e i laboratori si svolgono nei siti nei siti nei siti archeologici, storici e architettonici più importanti del territorio:
Sito Archeologico “Sos Nurattolos” Alà dei Sardi; Nuraghe Loelle, Buddusò; Dolmen “Sa Coveccada”, Mores; Sito Archeologico “Su Romanzesu”, Basilica di Sant’Antioco di Bisarcio, Basilica di N. S. del Regno, Santuario di N. S. di Castro, Cattedrale di Ozieri, Chiostro e Chiesa di San Francesco, Ozieri; Santuario di San Francesco, Alà dei Sardi; Santuario di Santa Reparata, Buddusò; Museo delle Clarisse, Ozieri; Santuario di S. Giovanni Battista, Mores; Chiesa di Santa Sabina, Pattada, in stretta collaborazione con la Soprintendenza ai beni archeologici delle Province di Sassari e Nuoro.
Fra i partecipanti: Riccardo Leone, Attilio Motzo, Inma Sampedro Palomares (Spagna), Clara Cabrera (Spagna), Hans Oskar Koch (Germania), Andrzej Dutkiewicz (Polonia), Coro del Patriarcato di Mosca (Russia), Quartetto Eolina (Bulgaria), Gonville & Caius Choir dell’Università di Cambridge (Inghilterra), Flores Harmonici, Andrea Parodi, Giacomo Serreli, Franca Masu, Alexej Assenov (Bulgaria), Barnaby Brown (Scozia), Franco Fois, James O’grady (Irlanda), Calogero Sportato, Daniele Cernuto, Rosario Conte, Gilda Dettori, Sara Ruju, Alberto Reale, Gian Nicola Spanu, Franco Oppo, Mario Atzori, Paola Basoli, Maria Ausilia Fadda, Tonino Marras, Corrado Lepore, Kentu Kordas, Mario Carraro, Coro Gabriel, Tenores di Oniferi, Tenores “S. Reparata” di Buddusò, Su Concordu e su Rosariu di Santu Lussurgiu, Clara Farina, Paolo Pillonca, Paolo Sanna…Il Festival ha avuto negli anni importanti collaborazioni con prestigiose Istituzioni nazionali ed internazionali quali: Akademia Muzyczna “F. Chopin” di Varsavia, Università di Santiago de Compostela, Università di Cambridge, Università di Sassari, Conservatorio G. P. da Palestrina di Cagliari. La visibilità delle manifestazioni è stata raccolta e documentata dalla emittente sarda Videolina che ha prodotto anche diverse trasmissioni televisive sul Festival.

- Festival Cameristico Internazionale “Le Sonorità Riservate” È una stagione cameristica che si svolge a Sassari presso il Chiostro di Santa Maria di Betlem e il Cortile di Palazzo Ducale, nei mesi di Luglio e Agosto.Fra i partecipanti: Jan Krzysztof Broja (Polonia), Jassenka Tomic (Macedonia), Gonville & Caius Choir dell’Università di Cambridge (Inghilterra), Wojtek Majewski (Polonia), Alessandro Drago, Stefano Bianchi, Attilio Motzo, Agneszka Marucha (Polonia), Riccardo Leone, Andrzej Dutkiewicz (Polonia), Kentu Kordas, Coro del Patriarcato di Mosca (Russia), I Dolci Accenti, Luca Virgilio, Wojtek Jasinski (Polonia), Giuseppe Fadda, Jana Bitti, Robert Mojsa (Polonia), Maurizio Moretti, Giovanni Baffero, Maria Rosa Calvo Manzano (Spagna), Olga Kozlova (Russia), Riccardo Ghiani, Davide Burani, Gilda Dettori…Il Festival si caratterizza per la scelta dei repertori di raro ascolto e per la scelta degli organici strumentali utilizzati, quasi sempre unici nel loro genere e che fanno di questo festival uno dei più importanti e originali in Italia.

2001
 Organizza la Mostra Fotografica “Los Tarahumaras – Tra natura e religione” del fotografo messicano Rodolfo Lara De La Fuente, presso la Sala Conferenze del Convento di S. Maria di Betlem, a Sassari dal 10 al 20 Marzo. All’inaugurazione tiene una conferenza il sociologo Mario Atzori, dell’Università di Sassari e la Dott.ssa Leonor Lara de la Fuente. La mostra riscuote un notevole successo di pubblico (oltre 1000 visitatori). Viene riproposta presso la torre aragonese di S.Teresa Gallura nel mese di Luglio, in collaborazione con l’Azienda Autonoma di Soggiorno di S. Teresa Gallura.

2007
 A seguito di un concerto tenuto a Shanghai dal Presidente dell’Associazione, il pianista Luca Virgilio, si attua un progetto di interscambio culturale denominato Sardegna Shanghai Art fra l’Associazione Culturale Inter Artes e alcuni famosi artisti cinesi, fra i quali spicca uno dei più importanti cantanti cinesi, il baritono Zang Feng. Nel mese di Dicembre viene organizzata una tournèe del Baritono e del pianista Luca Virgilio con concerti a Roma (Chiesa di Santa Prisca, in collaborazione con l’Associazione Lucio Colletti di Bologna); Sassari (Teatro Civico) e Iglesias (Biblioteca Comunale).

2008 
Prende avvio un altro importante progetto di ampio respiro: Bosa Antica, Masterclass, seminari, laboratori e festival internazionale concertistico che si tiene a Bosa nel mese di Luglio e che vede coinvolti musicisti di fama internazionale e giovani promettenti allievi da tutto il mondo. Bosa Antica presenta un elevato aspetto culturale grazie alla validità dei Maestri proposti: M. R. Calvo Manzano (Spagna); S. Pochekin (Russia); A. Marucha (Polonia); J. Fischer (Germania); G. B. Columbro; M. Moretti; R. Ghiani; A. Oliviero; R. Leone; V. Ermacora; C. Sportato; D. Cernuto; L. Pitzalis; F. Carta; M. Solinas; A. Drago i quali, oltre ad insegnare presso importanti Conservatori ed Accademie europee, sono artisti di fama internazionale. Già dalla prima edizione sono accorsi studenti da molte parti del mondo (Spagna, Polonia, Stati Uniti, Giappone, Francia, Portogallo, Bulgaria) e la qualità dei concerti si è imposta nel panorama festivaliero estivo della Sardegna. La presenza nell’organizzazione dell’artista Mariano Chelo ha permesso di fare del Festival un momento in cui musica e arti figurative si fondono in diversi momenti, grazie soprattutto al fatto che la sede operativa sia situata proprio nell’atelier dell’artista Chelo.

2011
 Concerto Straordinario del M° Aldo Ciccolini:Sassari, Teatro Verdi, Giovedì 9 Giugno. h. 21,00Concerto straordinario in beneficenza.Aldo Ciccolini, pianoforte

F. Chopin 2 Notturni op. 62
Tarantella in la bem. magg. op. 43
Mazurche op. 59
Polacca Fantasia in la bem. magg. op. 61

F. Liszt Parafrasi di Aida (da Verdi)
Parafrasi della “Morte di Isotta” (da Wagner)
dalle Armonie poetiche e religiose:
• Inno del bambino al suo risveglio
• Miserere (da Palestrina)
• Cantico d’amore